L'Asparago di Badoere

Dal 2010 l'asparago di Badoere ha ricevuto ufficialmente il marchio comunitario di Identificazione Geografica Protetta (IGP). Qui vi presentiamo qualche informazione per conoscere meglio questa eccellenza primaverile e le particolari caratteristiche del turione badoerese.

Note storiche:

La coltura dell’asparago sembra aver avuto origine nella valle dell’Eden (Mesopotamia) diffondendosi nell’antico Egitto, e successivamente in tutta l’area del Mediterraneo. Nella nostra penisola tale coltura sembra risalire al XVI secolo, ma secondo alcuni studiosi sarebbe stata già conosciuta e praticata in epoca romana. L’asparago, inizialmente, fu apprezzato come pianta medicamentale e solo successivamente come alimento. Nel Veneto, la comparsa di questo ortaggio sembra risalire alla conquista romana e la sua coltura è stata tramandata fino ad oggi grazie alle amorevoli pratiche agricole perpetuate nei monasteri.

Produzione e territorio:

Le particolari pratiche di coltivazione, sempre attente all’ambiente e frutto di una lunga tradizione, rendono l’Asparago di Badoere una vera e unica prelibatezza primaverile. La zona di produzione dell’“Asparago di Badoere” è compresa tra le Province di Treviso, Padova e Venezia e comprende il territorio dei seguenti comuni:

  • Provincia di Treviso: Morgano, Mogliano Veneto, Quinto, Zero Branco, Vedelago Casale sul Sile, Casier, Istrana, Paese, Preganziol, Treviso, Resana;
  • Provincia di Padova: Piombino Dese, Trebaseleghe;
  • Provincia di Venezia: Scorzè.

Territori, questi, dove i fiumi Dese, Zero e Sile e loro affluenti, contribuiscono a creare un habitat naturale e fertile che conferisce alla delicata primizia primaverile caratteristiche organolettiche e un sapore unico.

Negli ultimi anni la ricerca continua di nuove tecniche e varietà da parte dei produttori, ha portato ad una coltivazione sempre più specializzata e ad un miglioramento dei turioni di asparago, favorendone la calibratura e il sapore, caratteristiche queste ultime che contraddistinguono l’Asparago di Badoere.

Data l’importanza di tale coltura nel territorio, delimitato e tutelato dal Consorzio dell’Asparago di Badoere, l’Amministrazione Comunale di Morgano organizza fin dal 1968 ogni 1° maggio nella suggestiva “Rotonda di Badoere” la tradizionale Mostra dell’Asparago.

Salute e benessere:

Con l’Asparago di Badoere salute e buona tavola vanno a braccetto. E’ ricco, infatti, di patrimonio vitaminico e minerale (vitamine A-B-C, Ferro Calcio Fosforo), ha proprietà depurative e diuretiche e contrasta le situazioni d’astenia (sia fisica che mentale), l’anemia, l’artrite, le malattie cardiovascolari, i reumatismi. Viene particolarmente indicato nelle diete dimagranti perché oltre a combattere la ritenzione idrica è ricco in acqua e fibra.

Notizie a cura del Consorzio dell’Asparago di Badoere